MENU

Polo DidatticoSperimentale - Gruppo Edif

Polo Didattico
Sperimentale

Scuola Materna
Provincia di Marcerata

IL PROGETTO

L’intervento, collocato in un’area di un Comune della Provincia di Macerata sottoposta a piano di lottizzazione, riguarda l’insediamento di un polo didattico sperimentale con annesso parco, realizzato con criteri di sostenibilità ambientale, mediante l’utilizzo di sistemi ad energie rinnovabili e l’applicazione di tecniche di risparmio energetico.

Obiettivo fondamentale della progettazione era creare una struttura edificio-parco che, oltre a rispettare gli indirizzi espressi dal PEAR della Regione Marche, potesse costituire un modello educativo ed uno strumento didattico per i giovani alunni della scuola.

EDIF ha fornito:
-consulenza tecnica nella scelta delle soluzioni progettuali
– prodotti
– assistenza in cantiere in fase di realizzazione.

ARCHITETTURA

Per la costruzione dell’edificio sono stati privilegiati materiali quali legno, calce idraulica naturale, vernici a base vegetale e minerale.

IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Il nucleo scolastico è l’elemento dimostrativo che, attraverso la completa integrazione dei moduli fotovoltaici nella copertura, restituisce un’immagine di buon utilizzo degli spazi.
Il fotovoltaico viene declinato poi in numerose tipologie anche nelle strutture di servizio al parco, quali pensiline, percorsi e lampioni

IMPIANTO TERMICO-IDRICO

La generazione di energia termica per il riscaldamento dello stabile e per la produzione di acqua calda sanitaria è affidato ad una pompa di calore ad elevata efficienza DAIKIN-ROTEX che, lavorando assieme ad accumuli inerziali, garantisce funzionalità, bassi consumi ed assoluta assenza di emissioni localizzate di inquinanti in atmosfera. La distribuzione del calore avviene attraverso pannelli radianti a pavimento e fan coil.

SISTEMA PASSIVO

Il sistema passivo per il risparmio energetico lavora soprattutto nei mesi invernali. La facciata sud dell’edificio è connotata, infatti, con una grande parete inclinata che contiene gli elementi fotovoltaici e che, in prossimità del piano di fruizione della scuola, si trasforma in una serra. Durante l’inverno la serra funziona come accumulatore di calore, utile come integrazione all’impianto termico. Il muro di separazione tra la serra e gli ambienti retrostanti funziona come muro di Trombe, una massa opaca e di colore scuro di inverno, che viene ricoperta da un tendaggio chiaro nei mesi estivi. Lo scambio termico tra il muro e l’ambiente circostante rende costante il rilascio di calore determinando un buon livello di confort interno con un notevole risparmio di energia.

VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

A garanzia della corretta portata d’aria esterna immessa prevista dalla legge è stato adottato un impianto di ventilazione meccanica controllata VORTICE, che gestisce e regola i flussi d’aria in ingresso ed uscita, sulla base delle caratteristiche dell’aria rilevate all’interno degli ambienti. Il sistema, dotato di recuperatore di calore, funge anche da supporto all’impianto termico, per un raggiungimento più rapido della temperatura ambiente richiesta.

ILLUMINAZIONE IBRIDA CONTROLLATA

Per avere il più possibile illuminazione di tipo naturale all’interno delle aule e favorire quindi i cicli naturali e il rapporto simbiotico uomo-luce solare, si sono utilizzati dei sistemi di illuminazione ibrida controllata. Tali sistemi sono costituiti da lampade ad elevata efficienza energetica e dotati di regolatori di intensità luminosa (sistema digitale DALI), sensori di luminosità e centralina di regolazione. Quando il sensore sente che la luce presente all’interno dell’ambiente non è sufficiente a garantire una buona luminosità, tramette un segnale alla centralina, che a sua volta agisce sull’intensità di emissione delle lampade al fine di avere una compensazione di luce di tipo artificiale.

IMPIANTO DOMOTICO – BMS Building Management System

In conseguenza delle caratteristiche innovative dell’edificio, l’impianto elettrico è del tipo domotico. Questo permette di controllare, in modo completamente automatico, le diverse dotazioni tecnologiche della scuola da un’unica postazione di comando, garantendo la massima flessibilità di programmazione e di gestione. Tramite questo sistema di building automation SCHNEIDER, realizzato secondo lo standard internazionale Konnex, vengono gestiti illuminazione, riscaldamento e ventilazione di ogni singolo locale. Vengono inoltre comandate, attraverso attuatori elettrici, le aperture/chiususre degli abbaini posti in copertura per il corretto flusso d’aria nei locali a ridosso del muro di Trombe, nonchè il funzionamento del tendaggio meccanizzato necessario a schermare la radiazione sulla stessa parete durante i mesi caldi. Infine, il sistema domotico, collegato all’impianto fotovoltaico, consente di registrare in tempo reale i dati di produzione e quelli di fabbisogno di energia elettrica, in modo da monitorare il corretto funzionamento del sistema ed ottimizzare l’accensione dei vari carichi, allo scopo di ridurre ulteriormente i consumi dell’intera struttura.

TOUCH SCREEN

Ultimo accorgimento, di carattere prettamente educativo e didattico, è un touch screen dotato di una grafica di facile interpretazione, collocato in evidenza nell’atrio dell’edificio, che permette ai giovani alunni di conoscere come stanno funzionando gli impianti della scuola e di imparare così l’importanza di un uso più consapevole dell’energia.

RISULTATI

L’ottimo risultato progettuale e realizzativo ottenuto si traduce sulla scala della classificazione energetica globale dell’edificio in una Classe A+.

NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list

SHARE

Condividi sui nostri social